Le cittá sono la ricchezza delle nazioni

Un nuovo modo di vedere l’economia

La litania di Grady, il giornalista del Sud

Posted by janejacobs su marzo 28, 2008

Henry Grady  

Le distinzioni fra economie cittadine ed economie nazionali sono importanti per capire meglio la realta’ che ci circonda e per osservare gli esperimenti pratici di innovazione economica. La mancata comprensione della distinzione fra economie cittadine ed economie nazionali ha portato alle debacles degli aiuti economici ai paesi poveri, perche’ non e’ osservata la principale funzione economica delle citta’: quella di rimpiazzare le importazioni.

 Tale funzione e’ prettamente tipica delle citta’. Le citta’ crescono e diventano economicamente versatili sostituendo beni importati dall’esterno in beni prodotti all’interno delle citta’. L’incapacita’ di osservare e comprendere questa funzione fondamentale dalle citta’ genera confusione e sprechi.

Spesso osserviamo che le nazioni o le regioni povere importano piu’ beni di quelli che si possono permettere, oppure, privandosi di essi, vanno incontro a ristrettezze terribili.

Una splendida descrizione di questo fenomeno si ritrova in un discorso che Henry Grady, giornalista del Sud degli Stati Uniti, pronuncio’ davanti ad un convegno di industriali e banchieri a Boston nel 1889 per convincerli ad aprire fabbriche nel Sud.

Grady, giornalista di Atlanta, Georgia, raccontava del un funerale di un uomo della Contea di Pickens, a otto miglia da Atlanta.

La lapide dell’uomo fu scolpita in solido marmo proveniente dalle cave del Vermont. Il cimitero si trovava in una foresta di pini, ma la bara proveniva da Cincinnati. Una montagna ricca di miniere di ferro sovrastava il cimitero, ma i chiodi e le viti della bara provenivano da Pittsburgh. Nonostante legname e ferro non mancassero in quella zona, il corpo dell’uomo fu trasportato al cimitero da una carrozza costruita a South Bend in Indiana. Vicino al cimitero si trovava un bosco di noccioli, ma le maniglie del piccone e della pala provenivano da New York. La camicia di cotone dell’uomo morto proveniva da Cincinnati, il cappotto e i pantaloni, provenivano da Chicago, le scarpe da Boston; il cadavere indossava guanti bianchi fatti a New York, e attorno al suo collo c’era una cravatta fatta a Philadelphia. La Contea di Pickens, cosi’ ricca di risorse, non aveva fornito nulla al funerale, tranne il corpo dell’uomo e il buco nel terreno e gli abitanti di Pickens avrebbero importato anche quello se avesero potuto. E quando la tomba del pover’uomo fu fatta scendere nel buco, attraverso corde provenienti da Lowell, egli non portava nulla nell’altro mondo che ricordasse dove fosse la sua casa, con l’eccezione del sangue raffermo nelle sue vene, il gelido midollo delle sue ossa e l’eco del vociare dei suoi rozzi compaesani.

Cimitero del Sud  

Dei quattordici articoli indicati nella litania di Grady, undici provenivano dalle grandi citta’ USA di quel tempo: la bara e la camicia da Cincinnati, i chiodi, le viti e la pala da Pittsburgh, le maniglie del piccone e della pala e i guanti bianchi provenivano da New York, il cappotto e i pantaloni da Chicago, le scarpo da Boston; la carrozza proveniva dalla cittadina di di South Bend. Solo il marmo proveniva dalle campagne del Vermont e le corde da Lowell – una cittadina specializzata inprodotti tessiil vicino a Boston – non venivano da citta’.

Grady avrebbe dovuto chiedersi perche’ nessuno degli articoli della sua litania fosse stato prodotto nella piu’ vicina citta’, Atlanta. Invece Grady osservava che tutti gli articoli prodotti per il funerale provenivano dal Nord degli USA. Grady non si rendeva conto che le citta’ sono la risposta al problema della poverta’ e dell’arretratezza. Ma siccome Grady pensava in termini di economie regionali amorfe, era come se non capisse le sue stesse parole. L’obiettivo di Grady era di ottenere che che alcune industrie del Nord si trasferissero al Sud. Grady fu un precursore dei vari burocrati che oggi lavorano per attrarre industrie in economie moribonde e incapaci di nascere industrie, e che quindi si scannano per attrarre investimenti industriali.

Gli articoli che Grady elencava nella sua litania, erano collegati alla funzione del rimpiazzo delle importazioni. Nessuno di quegli articoli (camicie, chiodi, pale, ecc.) era stato inventato in quelle citta’. La maggior parte di essi erano articoli tipici della civilta’ Occidentale ancora prima che fosse scoperta l’America. Le fabbriche di Boston e Philadelphia avevano iniziato a produrre questi articoli (e molti altri) per i consumatori locali anziche’ importarli da Londra o da altre citta’ Inglesi, e avevano iniziato ad esportare tali prodotti non solo nelle loro immediate vicinanze, ma anche nelle nuove citta’ Americane che via via di andavano formando. Nel frattempo queste nuove citta’, Chicago, Pittsburgh e Cincinnati crescevano, e mentre crescevano rimpiazzavano le importazioni provenienti da Boston e Philadelphia e nel frattempo commerciavano con esse. Questo e’ il sentiero per cui una camicia proveniente da Cincinnati e una pala proveniente da Pittsburgh arrivavano fino alla Contea di Pickens, vicino ad Atlanta.

Senza dubbio, gli articoli elencati nel funerale passarono da Atlanta, visto che Atlanta era il piu’ importante centro commerciale del Sud e visto che la stessa Atlanta consumava un grande volume di beni prodotti da altre citta’. Ma ne’ Atlanta, ne’ altre citta’ del Sud rimpiazzavano le importazioni.

Dietro agli articoli della litania di Grady, dietro ai prodotti finiti, c’erano molti alri prodotti ai quali Grady non aveva pensato come cesoie, squadre, calderoni, stampanti, quaderni per la contabilita’, illuminzioni perche’ il lavoro potesse avvenire anche di sera, cucitrici, pinze, e cosi’ via. Continua…

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: