Le cittá sono la ricchezza delle nazioni

Un nuovo modo di vedere l’economia

Archive for luglio 2009

Sud, soldi e secessione

Pubblicato da janejacobs su luglio 30, 2009

Secondo Lombardo, Dell’Utri e Micciche’, il Ministro Tremonti avrebbe avrebbe usato sessantatre miliardi di euro destinati al Sud per altri usi.

Stefania Prestigiacomo e’ arrabbiatissima per il progetto di una centrale nucleare in Sicilia.

Berlusconi ha improvvisato un compromesso, erogando quattro miliardi alla Sicilia.

Dal 2000 il meridione avrebbe sperperato cento ottanta miliardi di fondi (centoquarantecinque dei quali provenienti dalla UE).

Il PIL pro capite di un Meridionale e’ meno del 60% di quello di un abitante del Centro Nord.

Al Sud la disoccupazione e’ al 12%. Al Nord e’ al 4.5%.

Negli USA la guerra di Secessione inizio’ per motivi economici.

Nessuno si augura una guerra. Tuttavia una pacifica secessione al Sud potrebbe essere una spinta per la rinascita di una terra splendida, ma economicamente sottosviluppata rispetto al resto d’Europa. Ma una vera rinascita, per avere successo, deve partire dalle citta’ e fondarsi sull’economia cittadina e non sui trasferimenti di denaro.

Altri interessanti commenti sul tema:

Salvo Toscano

Tonino Perna

Eugenio Scalfari

Bolle Da Orbi

Beppe Grillo

Andali Giovani

Pubblicato in: secessione | Contrassegnato da tag: , | 1 Comment »

Russia e cambiamento climatico

Pubblicato da janejacobs su luglio 29, 2009

La Russia sara’ la Nazione in grado di trarre i maggiori benefici dal riscaldamento del pianeta e dallo scioglimento dei ghiacci del Polo Nord.

 La Russia ha molte reserve di gas e petrolio in Siberia e nel circolo polare artico. Un clima piu’ mite renderebbe tali risorse piu’ facili ed economiche da sfruttare.

 Questo potrebbe essere un gran beneficio per la Russia visto che oggi l’80% delle sue esportazioni e il 32% delle entrate governative dipendono dall’energia e da materie prime.

 Inoltre, lo scioglimento del circolo polare artico fornirebbe alla Russia grossi vantaggi dal punti di vista dei trasporti. Tuttavia, alcune infrastrutture della Russia potrebbero essere dannegiate dallo scioglimento della tundra artica e sarebbero necessarie nuove tecnologie estrattive.

 Fonte: National Intelligence Council

Pubblicato in: ambiente, Economia | Contrassegnato da tag: , | 2 Comments »

Combattere il deserto

Pubblicato da janejacobs su luglio 28, 2009

Abbiamo letto varie volte del problema del cambiamento climatico e della desertificazione dovuta allo sfruttamento eccessivo dell’acqua. L’architetto Magnus Larsson ha inventato un modo per combattre la desertificazione, creando delle oasi da strutture metalliche come mostrano le foto qui sotto.

Pubblicato in: tecnologia | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Soave sia il vento

Pubblicato da janejacobs su luglio 22, 2009

Menage a trois settecentesco. Musica Salisburghese, testo Veneziano.

Soave sia il vento,
Tranquilla sia l’onda,
Ed ogni elemento
Benigno risponda
Ai nostri desir.

Pubblicato in: Musica di citta' | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Economisti in crisi

Pubblicato da janejacobs su luglio 22, 2009

Il Professor De Grauwe  spiega bene in questo breve articolo la crisi d’identita’ degli economisti dopo questa crisi finanziaria, una crisi che ha scosso le fondamenta del sistema capitalistico e che portera’ ad un lungo periodo di transizione.

Jane Jacobs, la filosofa americana che ha ispirato questo blog, ha gia’ fornito convincenti risposte alle domande del Professor De Grawe osservando la natura  ed interpretando la storia ed il bisogno naturale di socialita’ degli Uomini.

Queste risposte sono spiegate in questo libro scritto piu’ di trent’anni fa che ho provato a tradurre qui in Italiano.

Pubblicato in: Economia | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Paolo Attivissimo

Pubblicato da janejacobs su luglio 22, 2009

Oggi ho scoperto lo splendido Blog di Paolo Attivissimo. I suoi brevi racconti sul meteorite che ha da poco colpito Giove e sulle parole dell’equipaggio dell’Apollo 11 mi hanno ispirato ed emozionato. In segno di ringraziamento, lo linko.

Pubblicato in: tecnologia | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Spionaggio

Pubblicato da janejacobs su luglio 22, 2009

Negli ultimi anni, Telecom Italia e’ stata al centro di un odioso sistema di spionaggio. I responsabili hanno pagato o stanno pagando – giustamente – le conseguenze e questo caso ha suscitato la giusta indignazione presso il pubblico Italiano.

 Forse il pubblico Italiano puo’ consolarsi con il fatto che il caso di Telecom Italia, seppur gravissimo, non e’ isolato a livello Europeo.

 Lo dimostrano recenti episodi di spionaggio recentemente scoperti presso la piu’ grande societa’ di Telecomunicazioni Tedesca Deutsche Telekom, le ferrovie di Stato Tedesche Deutsche Bahn e la piu’ grande banca Tedesca Deutsche Bank.

Pubblicato in: giustizia | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

L’iPhone non sa cosa sia la crisi

Pubblicato da janejacobs su luglio 21, 2009

Lo dimostrano gli ultimi risultati di Apple. Negli ultimi tre mesi le vendite di iPhone sono sestuplicate e sono state scaricate un miliardo e mezzo di applicazioni per l’iPhone. Alla faccia della crisi!

Pubblicato in: tecnologia | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Banda larga in Europa

Pubblicato da janejacobs su luglio 21, 2009

  Tasso di Totale linee Totale linee in full
Stato penetrazione della DSL unbundling
  banda larga per abitante installate (banda larga+telefonia)
Danimarca 37,5% 2 035 114 205 270
Olanda 36,3% 5 935 000 459 000
Svezia 31,0% 2 806 000 187 000
Finlandia 30,8% 1 616 354 351 981
Lussemburgo 28,2% 129 698 8 810
Regno Unito 28,1% 16 941 500 1 448 407
Germania 27,5% 22 691 250 7 900 000
Belgio 27,3% 2 868 092 47 137
Francia 27,0% 17 008 000 4 574 000
Estonia 24,2% 325 002 6 700
Malta 24,1% 97 556 -
Totale/ Media 22,4% 110 457 957 19 974 907
Austria 21,1% 1 746 039 274 815
Irlanda 20,3% 856 375 16 805
Spagna 20,1% 8 807 039 653 610
Slovenia 19,8% 396 954 44 888
Italia 19,0% 11 160 248 2 685 816
Cipro 16,8% 128 429 16 858
Lituania 16,7% 567 663 473
Portogallo 16,3% 1 719 464 309 607
Repubblica Ceca 16,3% 1 770 184 40 348
Lettonia 16,1% 370 360 471
Ungheria 15,8% 1 591 788 10 377
Grecia 12,7% 1 411 561 490 774
Slovacchia 10,6% 569 256 0
Bulgaria 10,4% 795 500 -
Romania 10,2% 2 265 154 1 661
Polonia 10,1% 3 848 377 240 099

Fonte: Arcep

Pubblicato in: tecnologia | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Petrolio in Brianza

Pubblicato da janejacobs su luglio 20, 2009

Dopo la Basilicata, si scopre che anche la Brianza possiede petrolio. Per maggiori informazioni: Po Valley, Alfio Sironi, Valle della Nava.

Pubblicato in: ambiente | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Internet non paga

Pubblicato da janejacobs su luglio 20, 2009

Secondo Jams Altucher investire in Internet non paga.

Pubblicato in: tecnologia | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

La secessione del Mezzogiorno d’Italia

Pubblicato da janejacobs su luglio 19, 2009

Il 16 Luglio 2009 l’Associazione per lo Sviluppo Industriale del Mezzogiorno (Svimez) ha presentato a Roma il suo ultimo rapporto sull’economia del Sud. Alla presentazione del rapporto erano presenti i governatori Campania e Calabria e autorevoli politici.

Il rapporto descrive con puntualita’ cose gia’ note e ha provocato la reazione del presidente dela Repubblica. I giovani Meridionali che possono emigrano, non c’e’ lavoro, la criminalita’ frena lo sviluppo, il Sud sprofonda nella classifica della ricchezza ed e’ incapace di sfruttare le proprie (numerose) risorse naturali ed umane.

Intanto stanno maturando movimenti politici per una maggiore indipendenza del Sud. Questi articoli su Sardegna, Sicilia e Campania mostrano come stiano emergendo movimenti indipendentisti in regioni fiere e con un passato glorioso trasformate in terzo mondo dalla Storia e dall’Unita’ d’Italia.

Questo blog crede che l’autonomia sia fondamentale per risvegliare l’economia di queste terre. Nella speranza di dare un contributo ai fermenti in corso propongo i link alle lezioni di Jane Jacobs (tradotte qui in Italiano) su secessione, emigrazione, su come gestire il cambiamento e su come evitare il declino economico.

Clicca qui per le mie previsioni sulla ricchezza del Sud da qui al 2030.

Qui sotto alcuni link sul tema:

MPA

Gianfranco Micciche’

Marco Travaglio

Unart Group

Decidiamoinsieme

Rete Sud

Antonio Bassolino

Pubblicato in: secessione | Contrassegnato da tag: , , | 23 Comments »

Calamari giganti

Pubblicato da janejacobs su luglio 18, 2009

I californiani sono allarmati dall’invasione dei calamari giganti. Secondo alcuni la causa sarebbe un terremoto, secondo altri il cambiamento climatico.

I Neo Zelandesi hanno scoperto un calamaro gigante di 750 chili.

I Giapponesi i calamari giganti se li mangiano.

Secondo alcuni scienziati, la richiesta crescente di ika sushi e ika sashimi portera’ alla completa estinzione dei calamari giganti.

Pubblicato in: ambiente | Contrassegnato da tag: | 1 Comment »

Probabilita’ di fallimento delle nazioni

Pubblicato da janejacobs su luglio 17, 2009

La lista qui sotto mostra la probabilita’ di fallimento (o default) di un campione di 42 nazioni in base al prezzo dei contratti CDS scambiato sui mercati finanziari internazionali.

 Le CDS sono essenzialmente dei contratti di assicurazione che proteggono contro il fallimento di un debitore.

 Piu’ e’ probabile che un debitore fallisca, piu’ e’ alto il prezzo dell’assicurzaione.


Posizione Nazione Prezzo CDS
1 Lettonia 693
2 Islanda 629
3 Dubai 560
4 Kazakistan 472
5 Lituania 457
6 Russia 352
7 Bulgaria 350
8 Libano 347
9 Ungheria 331
10 Estonia 286
11 Croazia 285
12 Abu Dhabi 225
13 Messico 222
14 Sud Africa 209
15 Irlanda 180
16 Corea del Sud 179
17 Brasile 171
18 Polonia 165
19 Grecia 139
20 Repubblica Ceca 111
21 Cile 110
22 Tailandia 105
23 Malesia 101
24 Austria 93
25 Italia 88
26 Spagna 81
27 Cina 80
28 Slovacchia 80
29 Nuova Zelanda 79
30 Hong Kong 73
31 Regno Unito 73
32 Portogallo 67
33 Australia 57
34 Svizzera 56
35 Svezia 55
36 Giappone 54
37 Belgio 51
38 Olanda 40
39 Francia 35
40 Germania 33
41 Finlandia 32
42 Norvegia 28

Pubblicato in: Economia | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Talentopoli

Pubblicato da janejacobs su luglio 16, 2009

Secondo Richard Florida negli ultimi anni stiamo assistendo ad una nuova migrazione. Le persone con una maggiore educazione, con maggiori competenze e con salari piu’ alti si stanno concentrando in particolari aree metopolitane. D’altra parte le classi medie si allontanano fuori dalle maggiori metropoli per andarsene in provincia.

Le persone con stipendi alti e ben educate si attrarrebbero a vicenda. Il fenomeno deriverebbe dal fatto che le persone con maggior talento e ambizione tendono a vivere in aree in cui sentono di poter realizzare le loro aspirazioni. La vicinanza fisica di altre persone di talento ed ambizione avrebbe un forte impulso sulla creazione di idee innovative in grado di generare crescita economica. Quando un grande numero di imprenditori, finanziatori, ingegneri, informatici, architetti ed altre persone creative ed intelligenti si trovano a vivere nella stessa citta’, si ampia la circolazione di idee e la loro realizzazione in progetti concreti. Piu’ le persone sono intelligenti ed interconnesse, maggiore e’ la crescita economica che generano.

Spesso la presenza di importanti universita’ e’ la ragione storica per cui tali persone intelligenti si trovano a vivere nella stessa citta’. E poi persone intelligenti vengono attratte da tali citta’, piu’ l’effetto di moltiplicazione della crescita aumenta.

Tuttavia le opportunita’ non sono infinite.

Storicamente c’e’ stato un rapporto proporzionale fra crescita della popolazione e crescita della ricchezza. Questo era vero per le economie agricole dove piu’ braccia lavoravano, piu’ si produceva. Ed era piu’ o meno cosi’ anche per le economie industriali.

Questa nuova migrazione invece e’ non rispetta piu’ lo stretto legame tra crescita della popolazione e crescita economica. Questo fenomeno deriva dal progresso tecnologico, dal progresso degli scambi commerciali e dalla possibilita’ di esternalizzare in paesi a basso costo buona parte del lavoro.

Cio’ che oggi importa di piu’ in questa migrazione non e’ tanto dove si spostano il maggior numero di persone, ma dove si sposta il maggior numero di persone di talento. Perche’ sono esse a generare una ricchezza maggiore e perche’ sono essi a spingere in alto il prezzo delle case, spingendo la classe media e le famiglie fuori dalle citta’. Mentre le famiglie delle classi medie sono “cacciate” da questi giovani e ben pagati professionisti, la popolazione diminuisce invece di aumentare. Le citta’ e le aree metropolitane con maggior successo economico potrebbero in realta’ vedere il numero di abitanti diminuire. Le nuove citta’ potrebbero avere un numero di professionisti altamente mobili e con nuclei famigliari piccoli circondati da una sottoclasse di persone che lavorano per servirli e che vivono nelle periferie dove il prezzo delle case e’ piu’ basso.

Questa migrazione sta dividendo il mondo in due tipi di regioni con diverse prospettive economiche. Un piccolo numero di aree metropolitane che attraggono i ceti professionali e che vedono aumentare la ricchezza da loro generate ed il prezzo delle case, e altre localita’ che attraggono le masse e che vedono diminuire la ricchezza prodotta ed il prezzo delle case perche’ attraggono i poveri. Il talento portera’ una differenziazione crescente far citta’ in grado di attirarlo e citta’ incapaci di attirarlo.

Pubblicato in: citta', Economia | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Energia dal Sahara

Pubblicato da janejacobs su luglio 15, 2009

L’idea e’ vecchia. Costruire impianti elettrici nel Sahara sfruttando l’energia solare e trasportarla in Europa attraverso cavi ad alta tensione. In teoria e’ semplice, ma in pratica e’ molto costoso. Tuttavia, in un mondo che ha sempre piu’ bisogno di energia pulita, sarebbe sufficiente ricoprire di generatori solari una superficie equivalente all’Austria e si potrebbe fornire energia pulita in grado di soddisfare tutto il pianeta.

La Munich Re, una grande assicurazione tedesca e’ molto preoccupata per le perdite finanziarie che deriveranno dai danni causati dal cambiamento climatico, in particolare dagli allagamenti delle citta’ costiere. Per questo ha invitato alcune tra le piu’ grandi societa’ energetiche ed industriali d’Europa a formare un consorzio chiamato Desertec. Questo consorzio dovrebbe costruire stazioni elettriche a energia solare in Africa ed in Arabia e connetterle all’Europa.

Le centrali elettriche andranno ad energia solare termale, non a celle fotovotlaiche. Invece di convertire i raggi del sole direttamente in energia elettrica usando costose celle al silicio, utilizzeranno degli specchi che focalizzeranno i raggi del sole in alcuni bollitori che creeranno vapore. Tale vapore fara’ funzionare delle turbine che andranno a produrre energia elettrica che verra’ incanalata verso l’Europa attraverso i cavi ad alta tensione.

L’investimento iniziale dovrebbe produrre nuove imprese e nuova ricerca. Al momento nessuna forma di energia solare e’ a buon mercato come, ad esempio il carbone, il gas, il nucleare o il petrolio. Ma secondo alcuni esperti il solare termale ha piu’ probabilita’ di avere successo del fotovoltaico nella rincorsa alle fonti di energia tradizionali.

Se Desertec avra’ successo, si spenderanno qualcosa come quattrocento miliardi di euro in quarantanni e si sara’ in grado di soddisfare il 15% del fabbisogno energtico di Europa, Arabia e Nord Africa entro il 2050.

Per maggiori informazioni: http://www.desertec.org/en/concept/

Pubblicato in: energia | Contrassegnato da tag: , , | 2 Comments »

I ragazzini e i Media

Pubblicato da janejacobs su luglio 13, 2009

Un brillante ragazzino ha descritto recentemente l’uso dei Media che viene fatto oggi da lui e dai suoi coetanei. Qui sotto un breve riassunto della sua analisi.

Radio. I ragazzini non ascoltano quasi mai la radio, ma si sintonizzano su servizi come last.fm  che propongono musica senza interruzioni pubblicitarie.

TV. I ragazzini hanno poco tempo per guardare la TV. Alcuni seguono particolari serial TV o qualche partita di calcio. Molti guardano programmi in differita sui web Internet delle TV.

Giornali. I ragazzini non leggono i giornali. Gli unici giornali che leggono sono i tabloid o i giornali distribuiti gratuitamente sui metro.

Internet. Tutti i ragazzini hanno accesso a Internet d a casa o almeno da scuola. Essi usano Google per cercare informazioni, youtube, per cercare video e altri siti come ebay per fare acquisti. I ragazzini sono attivissimi su siti sociali come Facebook al quale accedono almeno quattro volte alla settimana. Tuttavia, i ragazzini non usano twitter perche’ nessuno puo’ vedere il proprio profilo.

Musica. I ragazzini ascoltano la musica generalmente mentre fanno qualcos’altro. Essi sono molto riluttanti a pagare per la musica. La maggior parte di loro non ha mai comprato un CD e circa l’80% di loro ha scaricato files in modo illlegale. iTunes non e’ molto usato fra i ragazzini per scaricare canzoni.

Cinema. I ragazzini amano ancora andare al cinema anche se spesso vi rinunciano perche’ il costo del biglietto e’ troppo alto e perche’ riescono a trovare DVD piratati

Videogiochi. Maschi e femmine amano usare i videogiochi. Le console piu’ popolari sono Wii, Xbox e PS3. Una delle caratteristiche delle console piu’ apprezzate e’ la capacita’ di connettersi attraverso Internet e di comunicare via testo tra vari utenti. Molti ragazzini usano videogiochi piratati.

Pubblicato in: tecnologia | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Prossimi barcamp sulle citta’ Italiane

Pubblicato da janejacobs su luglio 12, 2009

Dopo l’eccellente esempio di Firenze, suggerisco alcune sedi per lo svolgimento di futuri ed eventuali barcamp per discutere apertamente i problemi e le opportunita’ delle principali citta’ Italiane.

Roma  Quirinale

Milano Castello Sforzesco

Napoli Castel Nuovo

Torino Mole Antonelliana

Palermo Palazzo dei Normanni

Genova Palazzo di San Giorgio

Bologna Palazzo d’Accursio

Bari Castello Normanno Svevo

Catania Castello Ursino

Venezia Palazzo Ducale

Riprendiamoci le nostre citta’!

Pubblicato in: citta' | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Andreas Gursky

Pubblicato da janejacobs su luglio 12, 2009

Un po’ romantico, un po’ minimalista Andreas Gursky e’ uno dei piu’ grandi fotografi contemporanei. Nei suoi numerosi viaggi ci fa vedere gli esseri umani un po’ come degli insetti che costruiscono, producono, scambiano, si divertono e producono discariche.

Parigi, Montparnasse

Spiaggia a Rimini

Supermercato 99 cents

Porto di Salerno

gursky_pyongyang.jpg

Manifestazione a Pyongyang 

Impianti della Siemens a Karlsruhe

Borsa di Chicago

Discarica a Citta’ del Messico

Pubblicato in: arte | Leave a Comment »

Elisir di lunga vita

Pubblicato da janejacobs su luglio 11, 2009

Il mito dell’elisir di lunga vita e’ esistito da sempre. Grazie ai recenti progressi della medicina ci stiamo avvicinando sempre piu’ al raggiungimento di stili di vita e medicine per vivere piu’ a lungo.

Mangiare meno. Il primo modo per allungare la propria vita sarebbe anche il piu’ economico in quanto si tratta di ridurre del 70% il nostro consumo giornaliero di calorie. Un simile sistema e’ stato sperimentato con successo su un gruppo di 76 scimpanze’ per un periodo di 20 anni. Questi scimpanze’ sono stati divisi in due gruppi. Al primo gruppo si e’ fornita una alimentazione abbondante, al secondo gruppo invece e’ stata fornita un’alimentazione ai limiti della sopravvivenza. Gli scimpanze’ del secondo gruppo sono sopravvissuti piu’ a lungo, in media, di quelli del primo gruppo e hanno riportato casi inferiori di malattie cardiovascolari, diabete e cancro. Potrebbe una simile dieta forzata funzionare anche per gli uomini?

Rapamicina. Un secondo elisir di lunga vita potrebbe essere la rapamicina, una sostanza che si trova nell’Isola di Pasqua che influenza alcune proteine chiamate sertuine, un gruppo di enzimi che si sono rivelati utili ad allungare la vita in alcuni organismi invertebrati. Assumendo la rapamicina, sarebbe possibile inibire il meccanismo di ricambio delle cellule, e con esso il processo di invecchiamento. La rapamicina e’ stata sperimentata su un gruppo di topi di una specie che ha  una vita media di mille giorni. All’eta’ di 600 giorni ad un gruppo di questi topi, diciamo l’equivalente di 60 anni per un essere umano, i topi sotto rapamicina sono vissuti fino a 1,245 giorni per le femmine e a 1,179 per i maschi. Pare che la rapamicina usata sui topi influisca sugli stessi meccanismi su cui influisca la dieta degli scimpanze’ di cui abbiamo parlato sopra. Purtroppo questa sostanza influisce sul sistema immunitario e chiunque dovesse usare questa medicina si troverebbe a forte rischi di contrarre infezioni. Tuttavia, la scoperta degli effetti benefici della rapamicina e’ molto promettente per la creazione di un vero elisir di lunga vita. Per maggiori informazioni cliccare qui e qui.

Pubblicato in: salute | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.