Le cittá sono la ricchezza delle nazioni

Un nuovo modo di vedere l’economia

I palazzi per le Olimpiadi di Pechino

Posted by janejacobs su luglio 4, 2008

La sede della Televisione Cinese progettata da Rem Koolhaas

Gli architetti di tutto il mondo sono arrivati a Pechino e hanno fatto a gara per meravigliare il pubblico delle Olimpiadi con prodezze architettoniche. Tali costruzioni sono state realizzate grazie allo strabiliante boom economico delle citta’ della Cina. Alcune di queste meraviglie architettoniche fanno parte delle costruzioni Olimpiche come il Centro Nazionale Acquatico le cui pareti blu rifletteono bolle di luce blu emesse nell’oscurità e lo stadio nazionale, conosciuto come il nido d’uccello per via delle intricate travi d’acciaio che ne costruiscono l’originale struttura.

Oltre agli edifici olimpici, si sta ultimando anche la torre della televisione cinese, progettata dal Rem Koolhaas, l’architetto olandese. Il progetto è un capolavoro di ingegneria che coinvolge due torri a forma di Z e che si congiungono alla loro estremita’ superiore.

La Cina sta cercando di emergere non solo come potenza industriale, ma sta cercando di creare prodotti con un valore aggiunto sempre maggiore. Se e quando sara’ in grado di farlo, avra’ vinto la competizione internazionale. Ma ci riuscira’?

Non ci sono molte imprese davvero innovative in Cina. La spinta determinata dalla tecnologia in Cina e’ minata da varie difficolta’ dovute alla mancanza di fonti di finanziamento per piccole idee e per progetti imprenditoriali e per una forte ingerenza delle banche statali che tendono a privilegiare progetti grandi che mirano piu’ alla quantita’ che alla qualita’ o alla ricerca tecnologica.

Le societa’ aperte come quella di Taiwan sono forse piu’ lente ad intraprendere grandi opere con la imponenza e velocita’ di Pechino, ma sono migliori in quanto a creativita’ ed innovazione. Nonostante tutti successi industriali e le grandi opere che la Cina sta mostrando al mondo, l’ingerenza del partito e’ ancora notevole e spesso pone un freno allo sviluppo della economia e della societa’ Cinese. Un freno che va dal controllo della Rete alla totale intolleranza contro forme anche piccole di protesta politica o di liberta’ religiosa, che continuano ad essere soppresse con la violenza.

Inoltre, gli edifici di Pechino non sono il frutto di una creativita’ coltivata “in casa”, ma sono importati dall’estero. Sono edifici pensati dai grandi architetti internazionali e con la principale funzione di manifestare il potere dello Stato.

Fonte: FT

Una Risposta to “I palazzi per le Olimpiadi di Pechino”

  1. Antonio said

    Non si può dire che non stupiscano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: