Le cittá sono la ricchezza delle nazioni

Un nuovo modo di vedere l’economia

Arrivano le auto elettriche!

Posted by janejacobs su agosto 7, 2008

Qualche hanno fa si pensava che se la combustione interna ad un motore fosse stata rimpiazzata da qualcosa di pulito quel qualcosa non sarebbe mai stato la cella a combustibile. La cella a combustibile e’ un sistema che permette una reazione chimica fra idrogeno e ossigeno per la produzione di energia elettrica. La cella a combustibile e’ il precursore della cosidetta economia dell’idrogeno dove questo gas rimpiazzerebbe i combustibili come il petroilo derivanti da foreste morte milioni di anni fa.

Escludiamo per il momento i problemi di trasporto e stoccaggio, la cosa su cui nessuno e’ mai stato chiaro sull’economia all’idrogeno e’ la provenienza dell’idrogeno. L’idrogeno deve essere prodotto da qualcosa come un miscuglio di gas combustibili e acqua (l’acqua viene riscaldata dai gas combustibili) o solo da acqua prodotta grazie al processo di elettrolisi.

Ma perche’ non collegare direttamente la nostra automobile in garage alla presa elettrica e ricaricare il motore?  Una simile vettura sarebbe una nuova vetture ibrida, da non confondere con le ibride di oggi come la Toyota Prius che contiene un motore tradizionale a combustione interna (petrolio) e due motori elettrici che quello a petrolio quando l’auto raggiunge certe velocita’. Nelle ibride di oggi l’energia arriva essenzialmente dal petrolio, ma esse consumano meno.

In questi nuovi motori ibridi l’eletticita’ proverrebbe direttamente collegando una presa dall’auto alla presa della corrente elettrica di casa ed il ruolo del motore a petrolio verrebbe utilizzato solo in casi di emergenza.

Le tecnologia delle batterie oggi non permetterebbe alle auto di avere le stesse prestazioni di una normale auto a petrolio, tuttavia molte auto vengono usate solo per brevi spostamenti. La connessioe dell’auto alla presa dell’elettricita’ di casa ridurrebbe drasticamente le emissioni di gas serra se l’elettricita’ di casa fosse fornita da fonti rinnovabili, ma le ridurrebbe sensibilmente anche se l’energia di casa fosse fornita da impianti a carbone. Ma se questa invenzione prendesse piede non solo il sistema dei trasporti e l’energia del petrolio cambierebbe, ma cambierebbe anche l’industria dell’elettricita’.

Oggi la rete elettrica non sarebbe in grado di fornire elettricita’ ad un grande numero di pendolari che parcheggiano la loro auto in garage e la collegano alla presa elettrica di notte per ricaricarla. Tuttavia, se ci fossero dei timer per cui alcune auto si ricaricassero alle tre di notte, le cose potrebbero funzionare.  Ma la rete elettrica oggi non e’ cosi’ intelligente, per cui occorrerebbero nuove innovazioni tecnologiche.

Nei climi piu’ soleggiati il sole potrebbe aiutare. Presso la Google ci sono gia’ parcheggi fotovoltaici all’aperto che fanno ombra alle auto dei dipendenti e allo stesso tempo le ricaricano. Quest’idea potrebbe prendere piede ad esemprio nei parcheggi dei supermercati o nei parcheggi pubblici all’aperto.

La Tesla produce un’auto sportiva interamente funzionante a batterie a litio ione e raggiunge la velocita’ di 350km all’ora, ma e’ un’auto molto cara.

Altre compagnie che sperano di produrre auto sportive ecologiche sono la Lighting Car Company in Inghiterra e la Fisker Automotive in California.

La produzione in massa di queste nuove auto non dovrebbe essere troppo lontana a causa dell’aumento del prezzo del petrolio . La General Motors e la Toyota che spingono, mentre le Mercedes e la Honda restano orientate alle celle a combustibile.

Ma la vera differenza la faranno le nuove batterie.

 

Per comprendere l’importanza delle batterie per l’ambiente rimando ad un mio precedente post.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: