Le cittá sono la ricchezza delle nazioni

Un nuovo modo di vedere l’economia

La calma del sole

Posted by janejacobs su ottobre 2, 2008

 
Il sole e’ calmo, molto calmo. Il vento solare, che e’ composto da particelle cariche di elettricita‘ irradiate dalla nostra stella, e’ piu‘ debole di quanto sia mai stata dal 1950, anno in cui sono iniziate misurazione precise del vento solare, ed il numero di macchie solari non e’ mai stato cosi’ basso dal diciannovesimo secolo.
Quest’anno il silenzio del sole ha sorpreso molti fisici, i quali si aspettavano che il sole avesse completato il ciclo discendente degli ultimi undici anni.
Tornando al pianeta Terra l’inattivita‘ del sole dovrebbe rappresentare una buona notizia per le societa’ che operano satelliti, reti elettriche o che realizzano sistemi di ricezione radio, che spesso sono vulnerabili agli aumenti di radiazioni delle tempeste solari. Tuttavia, se proiettiamo piu‘ in la nel tempo questo fenomeno, gli effetti del silenzio del solr potrebbero essere tutt‘altro che benefici.
Gli esperti fanno fatica a prevedere le conseguenze di questo fenomeno sul nostro pianeta e sui suoi abitanti perche‘ ci sono troppe interazioni complesse fra le emissioni solari, l’atmosfera ed il campo magnetico del nostro pianeta e le radiazioni cosmiche provenienti dall’esterno del sistema solare. Alcuni climatologi dicono che nell’arco di qualche decennio un sole piu‘ calmo e silenzioso rappresenta una Terra piu‘ fresca, anche se la relazione fra l’attivita‘ solare ed il clima terrestre e’ controversa.
Una maggiore fonte di incertezza e’ che nessuno sa per quanto tempo il sole se ne restera‘ calmo. Da un lato il sole potrebbe rimanere calmo per decenni con poche macchie solari o tempeste solari. L’ultimo periodo di calma solare durato decenni si verifico’ fra il 1645 ed il 1715, un periodo conosciuto dagli storici dell’astronomia come il minimo di Maunder, che risulto’ nel periodo piu‘ freddo dell’ultimo millennio conosciuto anche come la “piccola glaciazione”.
Ma la maggior parte degli astronomi prevedono che l’attivita‘ solare diventerapiu‘ intensa raggiungendo un picco attorno al 2012. Tuttavia gli esperti non sanno prevedere quanto forti saranno le nuove tempeste solari; secondo alcuni saranno particolarmente forti.
Prevedere la forza delle tempeste solari e’ come prevedere se nella giornata del 14 agosto fra due anni sara‘ una giornata di sole, nuvolosa o piovosa. I cicli regolari del sole di 11 anni sono prevedibili in base ad un fenomeno di cambiamento del magnetismo del sole chiamato “dinamo solare”. La maggiore velocita’ della rotazione del sole attorno al suo equatore rispetto alla velocita’ di rotazione dei suoi poli amplifica il campo magnetico del sole creando esplosioni di energia che si manifestano otto forma di macchie solari e di esplosioni di miliardi di tonnellate di materiale solare nell’atmosfera.
Secondo gli astronomi la piu‘ intensa eruzione del sole avvenne nell’Agosto del 1859 durante un ciclo relativamente tranquillo. L’aurora boreale che si manifesta ai poli della Terra quando le particelle solari colpiscono l’esterno dell’atmosfera terrestre, si manifesto’ fino ai tropici. Un altro effetto collaterale della spettacolare eruzione del 1859 fu il danneggiamento della rete dei telegrafi che erano nate da poco ed in quegli anni stavano espandendosi.
Se una simile tempesta dovesse accadere oggi, essa causerebbe decine di miliardi di dollari di danni ai sistemi delle comunicazioni e di navigazione satellitare e causerebbe black-out che potrebbero durare per settimane.
 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: