Le cittá sono la ricchezza delle nazioni

Un nuovo modo di vedere l’economia

Los Angeles

Posted by janejacobs su ottobre 30, 2008

La sala concerti di Los Angeles intitolata a Walt Disney

A Los Angeles si puo’ trovare di tutto, persone provenienti da 140 nazionalita’ diverse si sono trasferite nella grande citta’, aspiranti attori che sperano di diventare famosi, imprenditori, imprese ed immigrati che sostengono la sua diversa economia.
Los Angeles e’ la capitale creativa dell’America, il centro della produzione di film e dell’industria televisiva. Los Angeles ha dato al mondo l’opera di Walt Disney e Raymond Chandler, MySpace e la bambola Barbie. La tecnologia satellitare e’ nata a LLos Angeles ed grandi aviatori come Howard Huges hanno fondato qui le loro imprese.
Los Angeles ha un’economia vibrante e diversificata, la Mattel, il piu’ grande produttore mondiale di giocattoli ha sede a Los Angeles. A Los Angeles hanno sede le piu’ grandi imprese dell’industria di videogiochi. Tuttavia Los Angeles e’ anche una citta’ industriale. Nonostante l’industria aerospaziale si abbia abbandonato la citta’ nel corso degli anni ’90, Los Angeles continua ad essere un grande centro manifatturiero con 450,000 mila addetti nell’industria tessile e nell’industria elettronica.
La citta’ possiede il piu’ grande porto dell’emisfero Occidentale del Pianeta, in cui arriva circa la meta’ dei beni che vengono importati negli Stati Uniti. Los Angeles e’ anche un centro di primaria importanza nella tecnologia e nella ricerca. E naturalmente e’ la capitale mondiale del cinema. Los Angeles e’ una calamita per le nuove imprese dei media digitali.
In precedenza e’ stata a lungo una capitale del’industria aerospaziale. Quando quell’industria e’ progressivamente declinata con la fine della guerra fredda, l’economia locale e’ stata colpita duramente perche’ si appoggiava molto su questo settore.
Ora l’economia e’ molto piu’ diversificata grazia al settore del terziario avanzato ed ai media. Fino a 20 o 30 anni fa, Los Angeles era anche una capitale finanziaria, ma le fusioni fra diverse banche hanno visto l’importanza della citta’ nel settore finanziario ridursi progressivamente. Il recente boom nel settore edilizio ha riportato la finanza a Los Angeles.
Negli ultimi tre-quattro anni c’e’ stato un forte aumento di lavori nel settore finanziario relativa al boom del settore immobiliare. Ma il collasso della bolla dei mutui e la caduta del valore degli immobili ha portato alla conclusione dello sviluppo di questo settore. Due grandi Banche, la Indymac e Countrywide, sono fallite.
Tuttavia, altri settori continuano a crescere. Alcune banche piu’ prudenti continuano a fare buoni affari, e anche il settore della moda e del tessile. La American Apparel, un grosso produttore di vestiti, impiega a Los Angeles 4,000 persone.
Los Angeles ha una grande popolazione di Latinos provenienti dall’America Centrale e Meridionale i quali giocano un ruolo centrale nel sostenere la crescita economica della citta’. I Latinos lavorano soprattutto nel settore dei servizi e delle costruzioni. I Latinos spesso entrano negli Stati Uniti illegalmente; si stima che i lavoratori senza documenti a Los Angeles siano 625,000.
Una lamentela da parte dei visitatori di Los Angeles e’ la mancanza di un centro cittadino, e questo in parte e’ vero. Le autorita’ cittadine si stanno sforzando di rivitalizzare il distretto commerciale di downtown Los Angeles con la parziale trasformazione del centro in distretto dell’intrattenimento. Tuttavia, l’anima di Los Angeles non si puo’ trovare in nessuna delle molte citta’ che costituiscono la contea di Los Angeles.
Malibu, Pasadena, Inglewood e Manhattan Beach sono solo alcune delle dozzine di citta’ che compongono la Contea di Los Angeles, ognuna ha un carattere unico. Piu’ di 10 milioni di persone vivono a Los Angeles, e la maggior parte di loro sanno che potrebbero trovarsi di fronte ad un totale caos se la California dovesse essere dal grande terremoto che da alcuni anni i sismologi si aspettano.
La citta’ e’ spesso vittima di grandi incendi che si sviluppano piu’ o meno spontaneamente e che distruggono parte delle citta’.
Ma il clima temperato e lo stile di vita rilassato della citta’ sembrano vincere sulla paura delle calamita’ naturali.
Gli abitanti della citta’ vivono con altre frustrazioni. E’ una delle piu’ ricche citta’ al mondo, dimora di miliardari come Rupert Murdoch, David Geffen ed Eli Broad. Tuttavia il sistema stradale e le infrastrutture pubbliche sono a pezzi, a causa della cronica mancanza di investimenti. Los Angeles ha un sistema di bus ed una rete di metropolitana leggera che collega San Fernando Valley, Pasadena e Long Beach.
Ma a Los Angeles manca un sistema capillare di trasporti pubblici e viaggiare in auto e’ l’unica alternativa.
Il crimine delle gang continua ad essere un problema, nonostante gli sforzi del capo della polizia di Los Angeles Bill Bratton. La citta’ ha un eccellente sistema educativo, ma il suo sistema di scuole statali inizia a scricchiolare per mancanza di fondi. Mentre lo Stato della California sta disperatamente cercando di ridurre la spesa pubblica incalzato com’e’ dalla crisi economica, le scuole sono spesso le prime vittime dei tagli alla spesa.
Un altro problema e’ che pur essendo vastissima, Los Angeles e’ divisa in isole dove gli abitanti spesso non osano nemmeno addentrarsi oltre alle montagne di Santa Monica. Ci sono anche molto abitanti con una mentalita’ internazionale, ma spesso ci si lamenta che a Los Angeles non e’ cosmopolita come la sua “rivale” New York.
Tuttavia Los Angeles e’ una citta’ molto internazionale. Ha relazioni importanti con le citta’ Asiatiche che inviano beni di consumo negli Stati Uniti attraverso i loro porti.
Los Angeles sta diventando sempre piu’ una capitale artistica grazie all’apertura di nuove gallerie, ad una delle migliori orchestre sinfoniche al mondo, e alla sala concerti intitolata a Walt Disney e progettata da Frank Gehry, che e’ forse l’edificio piu’ bello della citta’ e ha trasformato downtown.
Los Angeles ha molte sfide da superare. Ma e’ una citta’ ottimista, ambiziosa, diversa ed eccitante. Los Angeles guarda sempre avanti.

3 Risposte to “Los Angeles”

  1. Rilke80 said

    Scusa, forse il commento è inopportuno qui..ma ti volevo dire che trovo il tuo blog molto interessante. Penso che in Italia nessuno ha ripreso Jane Jacobs come te. Mi piacerebbe scriverti una mail, ma non so come contattarti. Se vuoi puoi scrivermi a jaymz80(at)libero.it

  2. janejacobs said

    Rilke80, grazie del messaggio di incoraggiamento. La mia email e’ aldo.derossi@googlemail.com. Leggero’ con piacere le email che vorrai scrivermi privatamente e spero che vorrai lasciare altri commenti su questo blog.

  3. I enjoy what you guys are up too. This type of clever work and exposure!
    Keep up the fantastic works guys I’ve included you guys to my personal blogroll.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: