Le cittá sono la ricchezza delle nazioni

Un nuovo modo di vedere l’economia

L’economia dell’impero britannico

Posted by janejacobs su novembre 25, 2008

 

La Gran Bretagna e’ entrata piu’ tardi nel’Unione Europea, e non aveva il potere di modificare i principi su cui esa si fondava (gli aiuti agricoli alla Francia), ma capi’ che la Comunita’ Europea avrebbe aiutato altre regioni sottosviluppate. Pertanto i Britannici non beneficiavano come la Francia dagli aiuti agricoli, ne’ competevano con la Germania per il primato industriale. Essi pagavano larghe somme alla Comunita’ Europea anche se i loro redditi erano inferiori alla media Europea. Naturalmente, le citta’ Britanniche volevano modificare queste regole. Volevano una riduzione del budget della comunita’ Europea speso in sussidi agricoli alla Francia. Per questo la Gran Bretagna fu sempre “Euroscettica” e cerco’ di bloccare ogni processo di ulteriore integrazione Europea, perche’ vedeva la Francia avvantaggiarsi sempre di piu’ dall’integrazione a suo svantaggio. I residui dei due grandi imperi Europei si contendono i sussidi dell’Unione Europea. Questo e’ il destino degli Imperi di Francia e della Gran Bretagna: una contesa sulle transazioni del declino.

 

Oggi la vita economica delle nazioni dipede in gran parte da sussidi economici; sul commercio tra citta’ avanzate e aree sottosviluppate che sottraggono risorse alle citta’ avanzate e paralizzano le aree sottosviluppate; su vasti sussidi alla produzione militare continua; e su modificazioni eccessive ed innaturali delle economie agricole. Sembra che non ci sia modo di interrompere la spirale di arretratezza che genera la trappola della recessione e del sottosviluppo con cui oggi, cosi’ tante persone, cosi’ tante imprese e cosi’ tanti governi e citta’ un tempo vigorose devono convivere.

 

Le transazioni del declino non sono state adottate per mancanza di interesse sullo sviluppo economico o perche’ i governi accettano di buon grado la poverta’ e stagnazione. Al contrario, tali trnsazioni sono predisposte proprio per aiutare lo sviluppo economico e sconfiggere la poverta’. E’ per ragioni di sviuppo economico che le citta’ povere e le imprese competono per vincere appalti di produzioni belliche. Il diavolo trova lavoro nelle mani dei pigri. Le transazioni del declino, anche se paiono voler sconfiggere la poverta’ e la disuguaglianza non sono rimedi per la stagnazione e non risolvono i problemi della poverta’, ma sono sussidi imperialisti che vanno ad avvantaggiare solo la carriera politica di coloro che decidono l’erogazione di tali fondi. 

 

Annunci

Una Risposta to “L’economia dell’impero britannico”

  1. Willard said

    Each 2 year well-known consultants in the USA receive more than $6 billion for their services.
    Much of this money pays for shadowy statistics and poorly prepared resource fo review services, regional policies & procedure evaluation.

    Our business model is focused in taking care of and improves
    practice. We and our partners undertake a wide range of zones of activity, including P5F – our own unique system of review.
    We, have goodly experienced and talented directors offer
    a wide variety of super services to meet people many needs.

    We provides you with the research and economic frameworks to grow your
    share of the insurance market. We have deep support that can help you achieve your business
    objectives through consulting on strategic issues, product development, marketing programs and channels for distribution.

    A common objective for a statistical research project is to investigate causality, and
    in particular to draw a conclusion on the effect
    of changes in the values of predictors or independent variables on other variables or response.
    There are 2 major types of causal statistical studies: experimental study and observing studies.

    In 2 types of studies, the effect of differences
    of an independent variable (or variables) on the behavior
    of the dependent variable are observed.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: