Le cittá sono la ricchezza delle nazioni

Un nuovo modo di vedere l’economia

Posts Tagged ‘solare’

Energia dal Sahara

Posted by janejacobs su luglio 15, 2009

L’idea e’ vecchia. Costruire impianti elettrici nel Sahara sfruttando l’energia solare e trasportarla in Europa attraverso cavi ad alta tensione. In teoria e’ semplice, ma in pratica e’ molto costoso. Tuttavia, in un mondo che ha sempre piu’ bisogno di energia pulita, sarebbe sufficiente ricoprire di generatori solari una superficie equivalente all’Austria e si potrebbe fornire energia pulita in grado di soddisfare tutto il pianeta.

La Munich Re, una grande assicurazione tedesca e’ molto preoccupata per le perdite finanziarie che deriveranno dai danni causati dal cambiamento climatico, in particolare dagli allagamenti delle citta’ costiere. Per questo ha invitato alcune tra le piu’ grandi societa’ energetiche ed industriali d’Europa a formare un consorzio chiamato Desertec. Questo consorzio dovrebbe costruire stazioni elettriche a energia solare in Africa ed in Arabia e connetterle all’Europa.

Le centrali elettriche andranno ad energia solare termale, non a celle fotovotlaiche. Invece di convertire i raggi del sole direttamente in energia elettrica usando costose celle al silicio, utilizzeranno degli specchi che focalizzeranno i raggi del sole in alcuni bollitori che creeranno vapore. Tale vapore fara’ funzionare delle turbine che andranno a produrre energia elettrica che verra’ incanalata verso l’Europa attraverso i cavi ad alta tensione.

L’investimento iniziale dovrebbe produrre nuove imprese e nuova ricerca. Al momento nessuna forma di energia solare e’ a buon mercato come, ad esempio il carbone, il gas, il nucleare o il petrolio. Ma secondo alcuni esperti il solare termale ha piu’ probabilita’ di avere successo del fotovoltaico nella rincorsa alle fonti di energia tradizionali.

Se Desertec avra’ successo, si spenderanno qualcosa come quattrocento miliardi di euro in quarantanni e si sara’ in grado di soddisfare il 15% del fabbisogno energtico di Europa, Arabia e Nord Africa entro il 2050.

Per maggiori informazioni: http://www.desertec.org/en/concept/

Annunci

Posted in energia | Contrassegnato da tag: , , | 2 Comments »

Boom del solare in Italia

Posted by janejacobs su maggio 19, 2009

L’Italia gli incentivi per l’energia solare piu’ generosi d’Europa. Visto il suo clima, l’Italia potrebbe essere il primo paese al mondo a raggiungere la situazione in cui e’ piu’ economico produrre energia solare che energia da carburanti fossili. Questo sarebbe un traguardo impressionante, visto il ritardo del Paese nel solare e visto che tale traguardo potrebbe essere raggiunto entro un paio d’anni.

 Tale generosita’ sta accompagnando in questi mesi un’attivita’ frenetica di investitori nel settore del solare e cio’ sta superando la diffidenza degli investitori soprattutto verso le regioni del Sud.

 La Puglia e’ oggi la regina del solare. Ma nonostante tutto questo rimandgono vari problemi tra cui:

 

  • l’inadeguatezza della rete elettrica nel convogliare I nuovi impianti solari
  • le infiltrazioni mafiose
  • la speculazione sul territorio
  • le lentezze burocratiche a livello locale

Posted in energia | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Mega centrale solare a Palermo

Posted by janejacobs su marzo 18, 2009

Il guru dell’energia alternativa Rifkin si e’ presenato a Palermo per discutere di un mega progetto per lanciare la Sicilia nell’era del rinnovabile. Certamente alla Sicilia non manca il sole.

Ma ce la fara’ una regione cosi’ arretrata a creare ricchezza senza avere solide competenze tecnologiche e limitandosi ad importarle dall’estero?

E soprattutto ce la fara’ una regione in mano alla corruzione e alla Mafia a far fruttare i cinque miliardi di euro che l’Unione Europea ha intenzione di prestare per questo progetto? Grande e’ lo scetticismo. Ma grande e’ anche la speranza.

Questa notizia l’ho trovata sulla stampa Inglese.

Posted in energia | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Come sviluppare il solare

Posted by janejacobs su agosto 6, 2008

Il video qui sopra mostra la produzione di celle solari presso la Q-Cells una societa’, basata a Wolfen, a Nord di Lipsia, che e’ il piu’ grande produttore di celle solari. La Germania, che non e’ conosciuta per essere un paese particolarmente soleggiato, sembra un posto piuttosto strano per trovare un leader mondiale nell’industria solare. Ma la Germania e’ il paese con piu’ capacita’ solare installata al mondo ed il terzo produttore di pannelli solari dopo Cina e Giappone.

Il ministro dell’ambiente Tedesco indica che le energie rinnovabili in Germania rappresentano quasi il 7% del consumo energetico del 2007, il doppio che nel 2003. L’industria delle energie rinnovabili ha prodotto un fatturato di €25 miliardi nel 2007, un fatturato del 10% superiore rispetto al 2006, il quadruplo rispetto al 2000.

La produzione di componenti per sfruttare le energie rinnovabili sta per diventare un cavallo di battaglia dell’industria tedesca, permettendo alle citta’ tedesche di esportare beni richiesti in tutto il mondo, di migliorare l’ambiente, di rimpiazzare le importazioni e di creare lavoro e ricchezza. In Germania il numero di addetti in energie rinnovabili aumentera’ da 250,000 addetti nel 2007 a 710,000 nel addetti nel 2030.

La maggior parte dell’elettricita’ in Germania proviene da impianti a carbone e da impianti nucleari Gli impianti a carbone sono impopolari a causa del numero elevato di gas serra emessi. Gli impianti nucleari sono impopolari per la possibilita’ di incidenti catastrofici. Cosi’ nel 1991 la Germania ha adottato una legge che incoraggia la produzione di elettricita’ da fonti rinnovabili che venga immessa nella rete elettrica. Questa legge e’ molto popolare per la maggior parte dei Tedeschi che sono favorevoli alla creazione di nuove tecnologie per le energie rinnovabili.

La legge dice che l’elettricita’ prodotta da fonti rinnovabili deve essere acquistata dalle societa’ energetiche con tariffe particolarmente generose che regolano i prezzi per i prossimi 20 anni. Gli impianti fotovoltaici montati sui tetti delle case, ad esempio, possono vendere elettricita’ a €0.49 per Kw/ora, circa sette volte il prezzo all’ingrosso, fino al 2027. Questo prezzo fisso incoraggia gli investitori e rimuove incertezze per gli investimenti.

Le societa’ elettriche che pagano in piu’ per l’energia rinnovabile passano il costo ai clienti nelle bollette elettriche. Il costo extra e’ di circa un centesimo di euro per KW/ora, un aumento medio di €3 a bolletta. Il costo complessivo per tutti i tedeschi e’ di €7.7 miliardi nel 2007, ma forse non e’ un prezzo troppo alto da pagare per avere un’energia pulita.

Tuttavia, c’e’ un problema di scarsita’ di silicone puro, il materiale principale per la costruzione di pannelli solari. Nel 2003 un chilo di silicone puro costava £25 al chilo, oggi costa $400 al chilo. E’ quindi necessario trovare nuovi materiali e sistemi efficienti per catturare e produrre energia solare. Recenti ricerche tecnologiche stanno portanto offimi risultati: vedi qui.

Posted in ambiente, energia | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Il futuro dell’energia solare

Posted by janejacobs su agosto 4, 2008

Le celle solari che convertono l’energia solare  in energia elettrica saranno meno costose da produrre nel giro di qualche anno grazie ad una diminuzione dei costi di produzione che si aggirera’ attorno al 40% nel periodo 2006-2010.

Tali riduzione permetteranno a molte regioni di raggiungere la parita’ della rete, ovvero di raggiungere un punto in cui il costo dell’elettricita’ sara’ pari o inferiore all’energia derivata dalla rete elettrica. Tale parita’ iniziera’ nel 2012 nei paesi con molta luce solare e iniziera’ nel 2018 nei paesi meno soleggiati.

La parita’ della rete e’ il punto in cui tutti e’ possibile intrudurre auto ibride che si ricaricano nei garage di casa, riducendo la dipendenza dal petrolio. Ma c’e’ ancora molta strada da fare perche’ l’energia solare diventi competitive con l’energia derivate dal carbone, dall gas, dal petrolio e dagli impianti nucleari senza che lo stato fornisca sussidi.

Il segreto di ogni fonte energetica e’ il costo basso. Le nuove tecnologie devono essere in grado di fornire energia a costi bassi. Fino a quel momento, i paesi occidentali saranno dipendenti da petrolio, gas, carbone e dall’energia nucleare.

 

Continua…

 

Posted in energia | Contrassegnato da tag: , , , | 5 Comments »

Fotovoltaico in Algeria

Posted by janejacobs su luglio 9, 2008

Impianto di Hassi R’mel

L’Algeria sta costruendo a Hassi R’mel, a 400km a Sud di Algeri, un grande impianto fotovoltaico. I governanti Algerini hanno pensato che con la fame di energia che c’e’ in Europa, si potrebbe evitare di sprecare tutta l’energia solare che arriva nel deserto del Sahara. L’impianto dovrebbe essere pronto il prossimo anno.

Fonte: Wikipedia

Posted in energia | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Solare in Cina

Posted by janejacobs su giugno 21, 2008

Spesso si accusa la Cina di non avere rispetto per l’ambiente. In parte e’ vero anche se si dovrebbere accusare con pari indignazione coloro che consumano i beni prodotti dalla Cina, popoli occidentali in testa. Tuttavia, la Cina sta facendo notevoli sforzi per usare energia pulita, perche’ sa bene che e’ essa stessa la prima ad essere danneggiata dall’inquinamento delle sua acque, della sua aria e della sua terra.

L’energia solare sta fiorendo in Cina e il paese oggi e’ fra i primi produttori di pannelli fotovoltaici. A Shilin, una citta’ dello Yunnan si sta costruendo un grande impianto fotovoltaico con un investimento di circa 340 milioni di euro, un ammontare simile al prestito che il governo Italiano ha concesso recentemente alla compagnia aerea Alitalia per salvarla ancora una volta dal fallimento.

L’impianto fotovoltaico coprira’ una superficie di 170 ettari, avra’ una capacita’ di 66 megawatt e sara’ collegato alla rete elettrica dello Yunnan. Questo impianto fotovoltaico dovrebbe essere pronto entro il 2009.

Fonte: Solar in China

Vai al dibattito sulle citta’ Cinesi

Posted in energia | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »