Le cittá sono la ricchezza delle nazioni

Un nuovo modo di vedere l’economia

Archivio per la categoria ‘religione’

Preghiera semplice

Pubblicato da janejacobs su dicembre 21, 2008

Oh! Signore fa di me un instrumento
della tua pace:
Dove è odio, fa’ ch’io porti l’Amore,
Dove è offesa, ch’io porti il Perdono
Dove è discordia, ch’io porti l’Unione
Dove è dubbio ch’io porti la Fede
Dove è errore, ch’io porti la Verità
Dove è disperazione, ch’io porti
la Speranza
Dove è tristezza, ch’io porti la Gioia
Dove sono le tenebre, ch’io porti
la Luce
Oh! Maestro, fa’ che io non cerchi
tanto:
Ad esser consolato, quanto a
consolare
Ad esser compreso, quanto a
comprendere
Ad esser amato, quanto ad amare
poiché
Si è: Dando, che si riceve,
Perdonando che si è perdonati.
Morendo, che si risuscita a Vita
Eterna.
 
via: gold

Pubblicato in: religione | Contrassegnato da tag: | 3 Comments »

Abbiamo tutti la stessa madre

Pubblicato da janejacobs su luglio 18, 2008

Da dove provengono i popoli, le razze e le lingue sulla Terra? Perche’ gli esseri umani sono cosi’ diversi fra di loro?

 

Recentemente ricercatori americani ed israeliani hanno studiato il DNA mitocondriale di 600 individui appartenenti a diverse popolazioni africane e hanno dimostrato inequivocabilmente che tutti gli esseri umani viventi oggi, tutti i sei miliardi di persone sulla terra discendono da una donna che visse in Africa 200,000 anni fa.

 

Circa 60,000 anni fa gli esseri umani partirono dall’Africa alla conquista del mondo. Cio’ che non e’ chiaro agli scienziati e’ cosa sia avvenuto fra 200,000 anni fa e 60,000 anni fa. L’archeologia non aiuta, ma il nostro DNA puo’ esser visto come un grande patrimonio archeologico, un patrimonio che stiamo iniziando a comprendere e a studiare sempre piu’.

 

La famiglia Waitt, IBM e National Geographic hanno creato un progetto detto “genografico” che mira a creare ed elaborare i dati della la piu’ grande libreria di campioni di DNA umano mai collezionata.

 

Il calcolo del genoma umano di tutti questi individui richiede computer potentissimi, ma promette di scoprire eventi che hanno influenzato la storia della razza umana dai suoi albori.

 

Ad esempio, alcuni scienziati del progetto genografico ipotizzano, attraverso lo studio del DNA, una forte espansione demografica avvenuta circa 70,000 anni fa. Questi eventi coincidono con la fine dell’eta’ della Pietra, un periodo in cui molti archeologi pensano che il comportamento umano dell’uomo moderno sia iniziato, con tanto di pensiero astratto e linguaggio.

 

Inoltre, dagli studi sul genoma ci sono indizi che gli esseri umani che abitavano il pianeta dopo un periodo di carestie che avvenne poco prima di 70,000 anni fa, fosse bassissimo, circa 2,000 in tutto ed e’ incredibile pensare che da 2,000 siamo diventati 6 miliardi.

 

Il progetto genografico sara’ parzialmente finanziato dalla vendita di un kit che consentira’ al pubblico di scoprire informazioni sul proprio DNA e sulla provenienza del proprio ceppo familiare. I direttori del progetto genografico si impegnano a mantenere anonimi i risultati del progetto e a non utilizzarli per altri scopi all’infuori di esso.

 

Secondo me, e’ possible che IBM usi questo progetto sul genoma per “rfare il rodaggio” ai suoi computer nella computazione, programmazione e comprensione del genoma umano con applicazioni interessantissime e forse anche un po’ sconcertanti per il futuro.

 

Per saperne di piu’ sulla ricerca genografica cliccare qui 

 

Per maggiori informazioni sui centri di ricerca di IBM cliccare qui

Pubblicato in: ambiente, religione, tecnologia | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Il futuro dell’Islam e del Cristianesimo

Pubblicato da janejacobs su luglio 16, 2008

Le considerazioni demografiche riguardanti la popolazione mondiale Mussulmana dovrebbero essere motivo di interesse per nel prossimo millennio. Quando grande parte della popolazione e’ piu’ vecchia o piu’ giovane, la struttura socio-poitica di intere regioni cambia. La tabella qui sotto mostra la perentuale di popolazione mondiale composta da Cristiani e da Mussulmani nel 1900, nel 1980, nel 2000 e nel 2025.

 


Anno % Cristiani % Mussulmani
1900 26.9% 12.4%
1980 30.0% 16.5%
2000 29.9% 19.2%
2025 (stime) 25.0% 30.0%

 

 

Secondo il CAIR (Council on American-Islamic relations) nel 1999 i mussulmani erano cierca 1.2 miliardi di pesone. L’Islam cresce ad un tasso di 2.9%, mentre la popolazione mondiale cresce ad un tasso del 2.3%.

Nel Maghreb fra il 1965 ed il 1990, la popolazione e’ cresciuta da 29.8 milioni a 59 milioni. Nello stesso periodo, la popolazione in Egitto e’ aumentata da 29.4 milioni a 52.4 milioni. Negli anni ’70 il bilancio demografico nell’ex Unione Sovietica e’ aumentato decisamente a favore dei mussulmani i quali sono aumentati del 24% mentre i Russi sono aumentati del 6.5%.

L’aumento dei mussulmani si avra’ anche in paesi in cui oggi sono una minoranza. In paesi come la Tanzania e la Macedonia i mussulmani diventereranno una maggioanza entro 20 anni. La popolazione mussulmana degli Stati Uniti e’ aumentata di sei voltre fra il 1972 ed il 1990. Ed anche in Paesi dove l’immigrazione e’ stata ostacolata o bloccata, la crescita continua. Lo scorso anno, il 7% dei neonati Europei era mussulmano. Nella citta’ di Bruxelles, questa percentuale ha raggiunto uno strabiliante 57%. Di questo passo entro il 2020 un decimio della popolazone Europea sata’ Mussumano.

In Occidente la popolazione e’ costituita in prevalenza da persone anziane, mentre nel mondo Mussulmano la popolazione e’ in prevalenz giovane. Ad esempio, oggi piu’ dell meta’ della popolazione in Algeria  ha meno di 20 anni e questa situazione e’ simile altrove nel mondo Mussulmano. Queste giovani popolazioni continueranno ad accrescere il mumero dei Mussulmani in buona parte di questo secolo e del prossimo.

L’Occidente ha popolazioni sempre piu anziane e uno dei problemi sociali del nuovo millennio riguardera’ la gestione dei problemi degli anziani. I progressi della medicina assicurano ua vita piu’ lunga, anche se la vita attiva non aumenta in proporzione. All’inizio degli anni ’90, un Occidentale poteva aspettarsi di trascorrere due anni come anziano invalido. Oggi, puo’ aspettarsi in media di trascorrere sette anni in condizioni di invalidita’. Il costo di prendersi cura di un numero crescente di invalidi sara’ un peso crescente per una societa’ con sempre meno giovani. Le popolazioni piu’ anziane tendono ad essere piu’ introspettive e piu’ lente, mentre le popolazioni giovani sono piu’ vibranti ed energiche. Questo fenomeno puo’ rappresentare un pericolo per quei paesei con una fragile struttura politica.

Fonte: Societa’ dei Mussulmani Canadesi

Continua…

Pubblicato in: religione | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.